Blog

Come si fa il salame

La ricetta del salame è un racconto tramandato di generazione in generazione

  • 16/11/2021

Ischia salumi non va mai interpretata come una fredda e meccanica azienda. La prima legge sulla quale è impostata l'identità della nostra struttura è la familiarità. Qui un salame è fatto in casa e si sa, i salumi fatti in casa hanno tutto un altro sapore! Di sicuro a rendere preziosi i nostri alimenti sono anche le tecniche scientifiche e le attrezzature ma la metodologia seguita è sempre quella fedele allo spirito con cui si lavorano insaccati fatti in casa. Fare il salame è un'arte antica che rispettiamo in ogni sua fase, dal come si fanno i salumi fino a come legare i salumi. La ricetta del salame è un racconto tramandato di generazione in generazione, il tutto in un perfetto equilibrio tra grasso e magro per la stagionatura di salumi proprio come fatti in casa.


Come fare il salame quindi? La preparazione del salame varia in base alla cultura del territorio e ad altre mille sfumature dettate dalle diverse tradizioni che distinguono differenti ricette. Ischia salumi, nella lavorazione dei salumi, segue una regola di base fondamentale: per realizzare un buon prodotto è necessario utilizzare carne di elevata qualità, scegliendo con cura tutto, anche il sale (ad esempio noi utilizziamo anche il sale di cervia per la salatura), il pepe nero, intero o macinato, l'aglio, la noce moscata, vino rosso di eccellente qualità, l'aceto e altro ancora. Le fasi di produzione prevedono la tritatura della carne dopo un certosino lavoro di pulitura da tutte le nervature, l'aggiunta di precise dosi di spezie per salame, per poi lasciare che l'impasto prodotto a mano riposi qualche ora.


Parallelamente si provvede a realizzare con attenzione i budelli, mettendoli a bagno con aceto e altre specialità, verificandone costantemente l'elasticità. Insaccatori appositi realizzano le insaccature per poi legare il salame, una volta raggiunta la grandezza e la lunghezza desiderata.
Un altro passaggio importante è la stufatura, dove si lascia sgocciolare il salame alla giusta temperatura, momento importante al fine della conservazione. Una volta che i batteri avranno svolto il loro lavoro, seguirà la fase di essiccatura in un'apposita stanza calda e umida. Da qui si sprigionano quegli inebrianti profumi! In questa lenta danza della nascita, il salame comincia ad avere il suo tipico colore rosso scuro, la stagionatura in cantina sta mettendo al mondo il vostro gustoso e indimenticabile pezzo di salume. Sarà l'essiccatura in questa area perfettamente ventilata a creare quella condizione che consente di stimolare la flora batterica a comparire e con essa la bellezza del prodotto. Una bellezza multisensoriale, capace cioè di soddisfare i sensi e farci pensare a quanto valore possiede il gustare un prodotto artigianale. Ora dunque sapete per sommi capi come si fanno i salami e riuscite a comprendere non più soltanto quanto pesa un salame ma anche che non è semplicemente un alimento, è l'insieme di tempi, culture, ingredienti e duro lavoro. Tutti i classici elementi necessari quando si decide di creare un'opera d'arte.


Post correlati

  • 16/11/2021

La stagionatura dei salami

La stagionatura è uno dei momenti più importanti della fase di produzione dei salumi

  • 16/11/2021

Come conservare i salumi

Frigorifero o sottovuoto, qual è il miglior metodo per conservare i salumi?


#

Spedizione gratuita

Su ordini di almeno 300.00€

#

Soddisfatti

o rimbordati

#

Pagamento sicuro

Protetto da Stripe

#

Coupon

Per sconti e offerte